Le principali notizie di moda internazionali della settimana

Pepsi annuncia la capsule collection Art Of Football Streetwear



Questa settimana di moda, Pepsi annuncia la nuova collezione streetwear, prende il via la Fashion Revolution Week e Decjuba è sotto accusa. Trova queste storie e altro mentre riveliamo le principali notizie di moda internazionale di questa settimana.

La settimana della rivoluzione della moda prende il via

La settimana della Rivoluzione della moda è nata cinque anni fa sulla scia del crollo del Rana Plaza Building, che ha ucciso 1.134 operai della fabbrica di abbigliamento. Uno dei peggiori disastri industriali del mondo ha ispirato il movimento che chiede un'industria della moda più giusta, più sicura e più pulita. Dal 23 al 29 aprile Fashion Revolution pone una domanda: chi ha realizzato i miei vestiti? La campagna #whomademyclothes chiede alle etichette trasparenza riguardo alla loro catena di fornitura e alle politiche di produzione. L'organizzazione esorta le persone a pubblicare un'immagine con un poster #whomademyclothes che tagga il marchio che indossano, a pubblicare un'immagine che mostri i tag o a inviare direttamente le etichette tramite e-mail. Una serie di eventi si svolgono anche in tutto il mondo per educare le persone sugli impatti ambientali e umani dell'industria della moda.





In concomitanza con la settimana della rivoluzione della moda, Baptist World Aid Australia ha anche pubblicato il suo Ethical Fashion Report 2018. Questo rapporto valuta le etichette di moda in base alla loro sostenibilità e alle pratiche etiche. I marchi partecipanti hanno ricevuto i voti A, B, C, D o F sulla base di quattro criteri, tra cui; politiche, conoscere i fornitori, audit, rapporti con i fornitori e responsabilizzazione dei lavoratori. La Ethical Fashion Guide mira ad aiutare le persone a prendere decisioni di acquisto più eticamente consapevoli. Puoi controllare come misura la tua etichetta preferita Qui .

Come parteciperai? Entra a far parte del più grande movimento di attivismo della moda nel mondo e usa la tua voce e il tuo potere per invocare un cambiamento positivo. ? Visita www.fashionrevolution.org/get-involved per scoprire tutti i modi in cui puoi partecipare alla FASHION REVOLUTION WEEK 23-29 aprile! www.fashionrevolution.org #fashionrevolution #tradefairlivefair



Un post condiviso da Rivoluzione della moda (@fash_rev) il 22 aprile 2018 alle 23:24 PDT


Gucci svela Gucci Artlab

Gucci svela Gucci Artlab, una struttura che ospita e produce articoli in pelle e scarpe a Firenze. Lo spazio è stato costruito per incoraggiare la coesione della direzione creativa del marchio di lusso. Ospiterà laboratori di prova, prototipazione e campionatura interni, laboratori di ricerca e sviluppo, aree di preindustrializzazione e un laboratorio accessori.



Marco Bizzarri, presidente e CEO di Gucci, considera l'edificio di 37.000 metri quadrati una delle più grandi imprese del marchio. Affermando in un comunicato stampa, 'La presentazione di Gucci Artlab rappresenta sicuramente uno dei risultati più notevoli del viaggio senza precedenti di Gucci negli ultimi tre anni e uno degli investimenti industriali più significativi oggi nel nostro Paese'.

Pepsi annuncia la capsule collection Art of Football Streetwear

Pepsi sta collaborando con quattro importanti marchi di moda di tutto il mondo per portarci la capsule collection The Art of Football. Le etichette includono l'etichetta russa Anteater, il marchio australiano di occhiali Le Specs, Boohoo e Umbro dal Regno Unito e New Era dagli Stati Uniti. La collezione streetwear è un'estensione della campagna #loveitliveit dei giganti delle bevande analcoliche, la celebrazione del calcio del marchio.

Natalia Filippociants, direttore marketing senior di PepsiCo, ritiene che la celebrazione del gioco mondiale sia in linea con i valori di Pepsi. 'L'acume della cultura pop - dallo sport e dalla musica all'arte e alla cultura - è radicato nell'identità del nostro marchio Pepsi', ha detto in una dichiarazione. 'Il calcio è il gioco del mondo e quella cultura e lo stile di vita vanno oltre il luogo e il modo in cui guardiamo la partita, al modo in cui amiamo e viviamo la partita', ha spiegato. La collezione sarà disponibile dal 21 maggio online e presso i rivenditori che vendono i marchi partner. Comprenderà una gamma di abbigliamento e accessori streetwear, come pantaloncini, magliette, custodie per iPhone, zaini e occhiali da sole.

Venerdì informale

Un post condiviso da Pepsi (@pepsi) il 20 aprile 2018 alle 9:05 PDT


Decjuba riceve una reazione negativa per essersi rifiutata di partecipare al report 2018 Ethical Fashion Report di Baptist World Aid Australia

Baptist World Aid Australia chiede ai consumatori di inviare cartoline esortando il rivenditore australiano Decjuba a essere trasparente sulle sue politiche. Questo segue l'etichetta con sede a Melbourne che ha ricevuto una F nell'Ethical Fashion Report 2018 dopo aver rifiutato di partecipare alle indagini. Decjuba si è espresso contro i metodi di ricerca utilizzati da Baptist World Australia e ha difeso le loro decisioni di astenersi dal rapporto. Decjuba ritiene che il sistema di valutazione si basi molto sulla partecipazione e che i ricercatori non abbiano un modo reale di verificare i dettagli forniti dalle aziende partecipanti.

Un rappresentante dell'etichetta ha detto a Ragtrader: 'Apprezziamo le intenzioni della Baptist World Aid Guide, ma la riconosciamo anche come un sondaggio non regolamentato guidato dalle convinzioni della Baptist World Organisation'. Inoltre, Decjuba ha anche dichiarato di impegnarsi a migliorare gli standard di produzione indipendentemente dal rapporto. 'In Decjuba, abbiamo un mandato molto chiaro sulla conformità sociale ed etica, riteniamo noi stessi e i nostri fornitori responsabili di principi chiari', hanno detto a Ragtrader.

Come valuta il tuo brand preferito? Abbiamo appena pubblicato la Guida alla moda etica 2018 che classifica oltre 400 marchi su ciò che stanno facendo per prevenire la schiavitù e lo sfruttamento nelle loro catene di approvvigionamento. Per vedere l'elenco completo dei marchi e ottenere la tua copia della Ethical Fashion Guide 2018, vai su www.behindthebarcode.org.au #BehindtheBarcode

Un post condiviso da Baptist World Aid Australia (@baptistworldaid) il 17 aprile 2018 alle 16:10 PDT