Le principali notizie di moda internazionali della settimana

DKNY rinuncia alla settimana della moda di New York



Dalla partenza di Clare Waight Keller da Chloe allo status di Haute Couture di Schiaparelli, queste sono le migliori storie di moda internazionali della settimana.

Si dice che Clare Waight Keller lasci Chloe

Le voci girano ancora una volta mentre un altro designer sembra destinato a lasciare l'etichetta che dirigono. Questa volta, le voci circondano il direttore creativo di Chloe, Clare Waight Keller. Secondo i rapporti, Waight Keller si appresta a lasciare il marchio di lusso francese quando il suo attuale contratto terminerà a marzo.





Se Waight Keller decidesse di lasciare il marchio, Natacha Ramsay-Levi potrebbe essere la donna che subentra. Lo stilista di abbigliamento femminile di Louis Vuitton, che è il secondo in comando di Nicolas Ghesquière, è il nome principale offerto per quanto riguarda la posizione.

Per il momento, Chloe ha rifiutato di commentare la situazione.



#Clarewaightkeller potrebbe lasciare @chloe? Le voci sono già in overdrive, con rapporti che il direttore del design di @ louisvuitton Natacha Ramsay-Levi @nramsaylevi prenderà il suo posto ...

Una foto pubblicata da The Sunday Times Style (@theststyle) il 5 gennaio 2017 alle 01:02 PST

Schiaparelli ha concesso lo status di Haute Couture

Schiaparelli ha ottenuto ufficialmente lo status di Haute Couture dalla Federazione francese dell'alta moda. L'organo di governo della moda francese ha annunciato la notizia questa settimana, rivelando che l'etichetta aveva ricevuto il titolo in una riunione di una commissione del ministero dell'Industria francese il 16 dicembre.



L'etichetta è stata fondata da Elsa Schiaparelli nel 1927 e ha avuto un grande successo negli anni '30 come rivale di Chanel. Nel 1954, tuttavia, Schiaparelli aveva deciso di chiudere la sua leggendaria etichetta. Non è stato fino al 2006 che sono stati acquisiti gli archivi e i diritti del marchio e nel 2012 l'etichetta è stata resuscitata.

Ora ci sono 15 case di moda che portano credenziali couture poiché i requisiti rigorosi lo rendono un titolo difficile da ottenere. Insieme al neo nominato Schiaparelli, il 16 dicembre Julien Fournié ha ottenuto anche il titolo di Haute Couture. Altre case prestigiose sulla lista includono Chanel, Jean Paul Gaultier e Dior.

Oggi lo spirito unico di Haute Couture di @ elsaschiaparelli che unisce arte, innovazione e artigianato entra in un nuovo capitolo dopo essere stato premiato come marchio ufficiale di Haute Couture dal Ministero dell'Industria francese. Articolo completo su ParisSocialDiary.fr #ParisSocialDiary #paris #schiaparelli #HauteCouture

Una foto pubblicata da Paris Social Diary (@parissocialdiary) il 4 gennaio 2017 alle 5:37 PST

DKNY rinuncia alla settimana della moda di New York

DKNY è l'ultimo marchio da annunciare che intende non partecipare alla prossima settimana della moda di New York. L'etichetta americana ha rivelato che non parteciperà al suo solito formato di sfilata durante la prossima stagione di sfilate dell'autunno 2017 e che salterà la sua fascia oraria prevista. La passerella del marchio era prevista per il 15 febbraio, ma invece, DKNY terrà appuntamenti per showroom privati.

La decisione di allontanarsi dalla sua solita sfilata arriva nel mezzo di una revisione per DKNY. Il marchio ha recentemente annunciato la partenza dei suoi co-direttori creativi, Dao-Yi Chow e Maxwell Osborne, senza che siano stati ancora nominati sostituti. Inoltre, lo scorso anno Donna Karan International è stata venduta anche a G-III Apparel Group e il suo CEO, Caroline Brown, si è dimesso nello stesso periodo di Chow e Osborne.

Mentre DKNY boicotterà del tutto la passerella nella prossima settimana della moda, altri marchi si dirigeranno semplicemente verso una nuova location. Tom Ford, Tommy Hilfiger, Rachel Comey e Rebecca Minkoff hanno tutti annunciato che partiranno per la stagione di Los Angeles.

Una collaborazione suprema e Louis Vuitton potrebbe essere in cantiere

Per quanto riguarda le collaborazioni, questa potrebbe essere una delle più grandi. Secondo indiscrezioni basate su foto trapelate, il cult dello streetwear preferito, Supreme potrebbe collaborare con l'etichetta di moda di lusso Louis Vuitton. Sebbene nessuno dei due marchi abbia commentato la possibile partnership, molti fan sono già entusiasti dell'idea.

Le voci sulla collaborazione possono essere ricondotte a due foto molto sospette. Il primo dei quali era l'immagine di un maglione decorato con i loghi Louis Vuitton e Supreme. Secondo i rapporti, il maglione era stato avvistato nel backstage del casting di LV da un modello.

La seconda foto, invece, è arrivata direttamente dal direttore artistico di Louis Vuitton, Instagram di Kim Jones. Jones ha recentemente pubblicato una foto dell'adesivo Supreme sopra una pelle stampata con firma Louis Vuitton. Ha quindi prontamente cancellato il post, rendendo i fan molto sospettosi.

Questo maglione è stato notato da una modella a un casting show di LV? - Kim Jones (Art Director LV) ha anche pubblicato un adesivo Supreme su una borsa LV (nella mia storia) - Aspettiamo e vediamo ...

Una foto pubblicata da MRBLD (@mrbld) il 3 gennaio 2017 alle 9:06 PST

Il grande magazzino americano Macy's taglia 10.000 posti di lavoro

Famosi grandi magazzini americani, Macy's ha iniziato il nuovo anno con l'annuncio che taglierà oltre 10.000 posti di lavoro. La notizia arriva dopo un periodo di ferie deludente per la catena di vendita al dettaglio e fa parte di un ampio piano di ristrutturazione per rilanciare l'attività in difficoltà.

La ristrutturazione dell'organizzazione di Macy consentirà al rivenditore di risparmiare circa 550 milioni di dollari e consentirà all'azienda di concentrare nuovamente i propri sforzi finanziari. Ciò include l'espansione di più nel regno digitale riducendo al contempo l'impronta fisica del marchio.

Oltre ai 10.000 posti di lavoro da tagliare, Macy's ha anche annunciato la chiusura di 68 negozi, tre dei quali già chiusi nel corso del 2016. Dei restanti 65 negozi da chiudere, 63 chiuderanno entro la primavera americana e gli altri due chiuderanno intorno a metà -anno.

Alcuni di voi mi hanno chiesto se Macy's stava chiudendo. Macy's ha centinaia di negozi negli Stati Uniti e ne sta chiudendo 63 a causa delle scarse prestazioni durante le vacanze. Tuttavia, tutti i negozi di New York, compresi quelli di Herald Square, Queens e Brooklyn, NON chiudono! ?????????????? Molti di voi mi hanno chiesto se Macys sta chiudendo. Macys ha diversi negozi sparsi negli Stati Uniti e questo, sì, ne ha chiusi 63 a causa dello scarso rendimento delle vendite durante le vacanze. Tuttavia, i negozi Macys a New York come il famoso fiore all'occhiello di Herald Square, e altri nel Queens e Brooklyn, rimangono APERTI. #roteirospersonalizadosny #nyorquina #macys #iloveny

Una foto pubblicata da Nyorquina Paty Roteiro NY (@nyorquina) il 6 gennaio 2017 alle 3:30 PST

Maybelline nomina Manny Gutierrez il suo primo ambasciatore uomo in assoluto

A ottobre, Covergirl ha dato il benvenuto al suo primo volto maschile, truccatore e star dei social media, James Charles, e ora Maybelline ha seguito l'esempio. Il marchio di makeup di New York ha rivelato questa settimana che Manny Gutierrez, influencer e vlogger di bellezza, è la sua nuova star della campagna e il primo ambasciatore maschile in assoluto.

Gutierrez, noto anche come Manny MUA, è uno dei più noti 'ragazzi di bellezza' e conta ben tre milioni di follower su Instagram. Ha anche oltre due milioni di abbonati al suo canale YouTube dove pubblica i suoi tutorial sul trucco.

Nel suo ruolo di primo ambasciatore uomo di Maybelline, Gutierrez è protagonista dell'ultima campagna del marchio. Progettata per promuovere il mascara Big Shot dell'etichetta, la campagna vede la partecipazione anche della blogger di bellezza e star di Instagram, Shayla Mitchell, nota anche come Makeup Shayla.