Le principali notizie di moda internazionali della settimana

Rihanna Fenty Lingerie



Questa settimana nella moda, Kanye è stato accusato di aver derubato Givenchy ed Esprit ha annunciato la chiusura di tutti i negozi australiani e neozelandesi. Trova queste storie e altro mentre riveliamo le principali notizie di moda internazionale di questa settimana.

Rhianna rilascia un'anteprima della sua linea di lingerie Fenty

Rhi Rhi ha confermato sospettosa che avrebbe aggiunto lingerie al suo marchio Fenty ad aprile. Da allora il cantante ha stuzzicato i fan con una serie di foto e video di Instagram in vista dell'uscita della linea. Gli Instagram hanno incluso artisti del calibro di modelli plus size Audrey Ritchie, Lulu Bonfils e Stella Duval.





Rhianna è sempre stata impegnata nell'inclusività con la sua selezione di fondotinta contenente una delle gamme di colori più ampie sul mercato. Quindi non sorprende scoprire che la sua lingerie includerà reggiseni da 2A a 44DD e biancheria intima da XS a XXXL. The Savage x Fenty La linea sarà composta da biancheria intima di tutti i giorni e pezzi per occasioni speciali, uscirà l'11 maggio.

UNA SETTIMANA TRO SIAMO TUTTI IN #SAVAGEX !! Tienilo comodo nel mio reggiseno della maglietta #OnTheReg @savagexfenty MAY.11.2018



Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri) il 4 maggio 2018 alle 10:46 PDT


Un designer di Givenchy accusa Kanye West di aver rubato i suoi modelli

Gli schizzi che mostrano le linee guida del prossimo rilascio di Yeezy hanno causato polemiche dopo che Kanye ha twittato l'immagine all'inizio di questa settimana. Ha condiviso una foto con la didascalia, 'è qui che inizia lo studio YEEZY per lo strato di base. Sono così entusiasta del nostro nuovo team di progettazione. ' Tuttavia, gli schizzi mostrano una sorprendente somiglianza con quelli dell'ex designer Nike Tony Spackman.



Spackman, che ora lavora per Givenchy, ha accusato il team di Kanye di aver strappato gli schizzi che aveva fatto per la linea Living Apparel di Nike nel 2005. Questa collezione è diventata la collezione da corsa Nike Retract. I disegni originali possono essere trovati sul sito web di Spackman. Dopo il tweet, Spackman ha preso le sue storie su Instagram per chiamare il rapper, affermando 'Quando Kanye strappa il tuo schizzo Nike di 10 anni e lo rivendica'. Il designer ha anche accusato Kanye di photoshoppare la data e il titolo originali. Kanye deve ancora rispondere alle accuse.

Il sempre controverso Kanye non è estraneo a scavare negli angoli più remoti di Internet per trovare ispirazione. Stai solo mostrando il suo processo creativo con immagini ispiratrici o affermando che il lavoro è suo? Photoshopping il titolo dello schizzo nell'angolo in alto a sinistra è praticamente un lol morto. L'originale del designer @tonyspackman è stato realizzato nel 2005 per una collezione @nike chiamata 'Living Apparel' che alla fine è diventata 'Nike React', una collezione da corsa fondata sulla libertà di movimento e sul comfort umano. Possiamo chiamarlo semplicemente Yee? Y ora? ? • #yeezy #kanyewest #kanye #kimye #theft #ispiration #illustration #design #fashiondesign #sportswear #streetwear #athleisure #nike #streetstyle #running #nikerunning #hypebeast #highsnobiety #snobshots #wiwt #ootd #copycat # dietprada

Un post condiviso da Dieta prada (@diet_prada) il 3 maggio 2018 alle 6:19 PDT

Dion Lee presenta una serie di ritratti in collaborazione con The Woolmark Company

Dion Lee ha collaborato con The Woolmark Company per rendere omaggio alle donne più influenti della sua carriera. L'iniziativa creativa intitolata The Portrait Series, ha attraversato tre mesi e tre diverse città, Sydney, Melbourne e New York.

Girato da Stephen Ward, presenta artisti del calibro della direttrice di moda di Vogue Australia Christine Centenera, l'amministratore delegato della Sydney Opera House Louise Herron, l'attrice Natasha Liu-Bordizzo, le modelle internazionali Alexandra Agoston ed Emma Balfour e la direttrice creativa Margaret Zhang. Ogni donna è ritratta con indosso capi della collezione di abiti sartoriali in lana di Dion Lee. Ha scelto le donne in base al ruolo che tutte hanno svolto nel plasmare la sua carriera. I ritratti ora costituiscono un libro in edizione limitata intitolato Suit Portrait Series Dion Lee. Può essere visualizzato nei negozi ora.

ABITO | Serie di ritratti Fotografata nell'arco di 12 mesi tra Sydney e New York, per celebrare le donne che hanno e continuano a sostenermi e ispirarmi, in collaborazione con @thewoolmarkcompany. Fotografato da @stephenwardstudio.

Un post condiviso da DION LEE (@dionlee) il 4 maggio 2018 alle 17:58 PDT


Esprit annuncia che chiuderà tutti i suoi negozi australiani

Questa settimana Esprit ha annunciato la chiusura di tutti i negozi australiani e neozelandesi. Si tratta di un totale di 67 punti vendita in tutta la regione che chiuderanno entro la fine del 2018. La decisione arriva in seguito al fallimento dell'etichetta di aumentare i profitti in calo negli ultimi 12 mesi. Attualmente, i rivenditori australiani e neozelandesi rappresentano solo il 2% delle entrate globali del marchio.

Thomas Tang, direttore esecutivo e CEO del gruppo, ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma: 'Per rafforzare le nostre fondamenta, il Gruppo intende ritirarsi da questi mercati e questo ci consentirà di concentrare gli sforzi e le risorse per sviluppare altri mercati in Asia'. Attualmente Esprit impiega 350 persone in Australia e Nuova Zelanda.

La spiaggia sta chiamando! ? La tua risposta è un pezzo unico o un bikini? #readyforsummer #beachwear #esprit

Un post condiviso da MENTE (@esprit) il 4 maggio 2018 alle 6:08 PDT