Intervista a Nick Demkiw Fondatore di Autonomy

Nick-Demkiw-Autonomy



Se stai cercando un'etichetta che combini lo stile con l'individualismo, un design all'avanguardia ma adattabile alle tendenze attuali, un'etichetta che soprattutto fornisca un'interpretazione gradevole e una diversità per i suoi clienti, allora non devi guardare oltre Autonomia .

Abbiamo incontrato Nick Demkiw, il proprietario e designer dietro il marchio, la cui dedizione e abilità ha permesso Autonomia per evolversi nell'eleganza sotterranea della moda underground di Melbourne.





Abbiamo avuto la fortuna di fargli alcune domande sul suo esclusivo marchio di qualità incentrato sul design e sui dettagli. Cosa aspetti, chiedi libertà e scegli Autonomy oggi!

Come ti è venuto in mente il mantra 'Richiedi la libertà e scegli l'autonomia?'



È l'essenza della parola Autonomia, che significa autogoverno. Hai il diritto allo stile, possiamo vestire alcuni clienti dalla testa ai piedi e gli altri un pezzo unico per completare il loro guardaroba. Il marchio ci dà la libertà di progettare ed esprimere attraverso la moda.

Cosa ti ha ispirato nel bohémien degli anni '60?

La libertà e l'espressione sono ciò di cui mi occupo, spingendo i confini tra non convenzionale e artistico. Tuttavia, è il mio background di progettazione grafica che mi spinge un po 'a rimettermi in riga.



Come scegli i tuoi tessuti e da dove provengono?

Scegliamo con molta attenzione sempre con il presupposto della qualità. Ci riforniamo da tutto il mondo, da fornitori e importatori locali a viaggiare nei mercati tessili del mondo. Sono appena tornato da Hong Kong e Canton Fair, Canton è stato travolgente, ci sono letteralmente milioni di scelte e questo di per sé è un compito enorme da vagliare. Le nostre fabbricazioni non possono compromettere la qualità ma possono anche essere convenienti per i nostri clienti.

Qual è la tua parte preferita del processo di progettazione?


Il completamento di una gamma in cui tutto si fonde, il processo di progettazione è individuale per tutti i designer ma i risultati devono lo stesso: finire la collezione pronta per la vendita. Nel bel mezzo di un periodo di progettazione di una collezione, a volte ti chiedi come andrà a finire tutto insieme, quindi quando lo farà è molto soddisfacente.

C'è qualche persona / designer che consideri la tua ispirazione?

Mi piace l'ispirazione da un collettivo di etichette e designer, viaggiare ti permette di toccare e sentire in prima persona molti di questi capi. Ad esempio, ad Hong Kong hai l'opportunità di vedere le collezioni direttamente dalle sfilate europee, mentre in Australia non c'è mercato per questo, con la maggior parte dei prezzi della moda guidati e il mercato dei consumatori è piccolo.

Se non fossi uno stilista, cosa vorresti essere?


Le mie radici sono nella progettazione grafica, che ancora servo a un numero selezionato di clienti. Queste abilità hanno un valore inestimabile nella gestione di un'etichetta / marchio.

Hai qualche consiglio per aspiranti designer di abbigliamento maschile?

Pensa all'intero quadro, disegnare vestiti è solo il 10% dell'immagine. Gestione di un'etichetta, marketing, vendite, budget e produzione sono tutti aspetti che devono essere considerati e padroneggiati.

Essendo un DJ e produttore, ritieni che la musica abbia avuto una grande influenza nei tuoi progetti?

La musica e il film sono per me un'influenza enorme. Non ho mai avuto un gusto commerciale, ma poiché un DJ è riuscito a ispirare le persone con un suono accattivante senza essere commerciale ed esagerato, trovo che questo pervada con Autonomy. Non siamo così all'avanguardia che i ragazzi non lo capiscano, ma adattiamo le tendenze e forniamo un'interpretazione appetibile per i nostri clienti. Non preoccuparti, ci sono sempre alcuni modelli per testare l'acqua!

Indossi i tuoi modelli?


Sì, se non puoi indossare il tuo prodotto, come puoi aspettarti che lo faccia qualcun altro? Credi nel tuo marchio.

Tra 10 anni, cosa speri di aver ottenuto nel settore?


Bene, questo segnerà 20 anni nel mondo della moda! Gli ultimi dieci anni hanno visto tanti cambiamenti, non solo nello stile ma in tutte le altre aree, tra cui: produzione, marketing, vendita al dettaglio e vendita. Speriamo che ci sia un po 'di stabilizzazione nel prossimo.